Progetto Accuse di stregoneria

Sulla scia del linciaggio pubblico di un'anziana signora con l'accusa di stregoneria a luglio nel nord del Ghana e di diverse donne bandite nei cosiddetti campi delle streghe nelle regioni del nord e del nord est, il Sanneh Institute ha lanciato un progetto per affrontare la questione con l'obiettivo finale di chiudere i campi e reintegrare le vittime nelle loro comunità. Il Progetto si articola in tre fasi:

  • Attività Educativa: TSI si impegna a sensibilizzare il pubblico sugli effetti dannosi delle accuse di stregoneria. Vengono organizzati seminari per leader religiosi e pubblicazioni intraprese a tale scopo dai media locali. Sono in corso i lavori per commissionare esperti per la produzione di manuali didattici sulla stregoneria dal punto di vista cristiano e islamico. Questi saranno utilizzati per l'istruzione nelle scuole, nelle chiese e nelle moschee.
  • Legislazione: In risposta diretta alla petizione di TSI al parlamento, è stato presentato in Parlamento un disegno di legge per criminalizzare le accuse di stregoneria e caccia alle streghe in Ghana. TSI sta lavorando a stretto contatto con tre parlamentari che sono sponsor del disegno di legge e con l'Ufficio per le questioni di genere e sviluppo presso l'Ufficio del Presidente della Repubblica del Ghana per provvedere all'approvazione del disegno di legge.
  • reintegrazione: TSI utilizza le informazioni raccolte dalla sua ricerca per esercitare pressioni sui governanti tradizionali, sui ministeri e sulle agenzie governative competenti per il reinserimento delle vittime esiliate nei cosiddetti campi delle streghe nelle regioni settentrionali e nord-orientali del Ghana. Nel 2021, TSI ha reintegrato con successo un certo numero di vittime del campo di Kpatinga in comunità di loro scelta. Facilitiamo anche i soccorsi ai campi.